Categoria: flash

La mente. Voi l’allenate? 4 consigli perchè la testa vi porti al traguardo

1-ok

Chissà quante volte vi sarete sentiti dire: “È tutta una questione di testa”, oppure: “È la forza di volontà quella che ti porta al traguardo”. Insomma, parliamoci chiaro, il corpo è importante ma è la mente che governa tutto.

Siamo abituati ad allenare senza sosta il nostro corpo, ma la mente? Quella voi l’allenate?

Sembrerebbe proprio che, al pari del nostro corpo, anche la mente deve essere allenata con impegno e regolarità, ma come si fa?

Ieri sera sono stata invitata ad un workshop proprio su questo argomento. L’evento, organizzato da adidas presso la Runbase di Corso Sempione a Milano, è stata l’occasione per capire come affrontare un vero e proprio mental training. A spiegarlo è stato il preparatore atletico Massimo Messina che è anche osteopata e fisioterapista. “Imparate ad usare la mente per vincere” – ha detto – “Corpo e mente vivono in simbiosi. Il raggiungimento di qualsiasi obiettivo non può prescindere da quattro componenti fondamentali che sono dentro di noi: la mente, la motivazione, la resilienza e l’allenamento”.

2-ok

 

Ecco qui, in sintesi per voi, i consigli di Massimo Messina:

1-    MENTEALLENALA CON IL PENSIERO LATERALE

Visualizza chiaramente davanti a te gli obiettivi, mettiti al buio e respira con il diaframma. Vivi mentalmente il percorso e assapora ogni kilometro. Questo riscaldamento mentale ti permetterà di migliorare la tua performance.

 

2-    MOTIVAZIONEMETTILA ALLA PROVA

Corri in orari diversi, questo ti permetterà di rafforzare la motivazione e preservarla nel tempo. Tra gli step per allenarla: scrivi pensieri e sensazioni che provi quando corri, allenati a trasformali da negativi a positivi, impara a controllarli e ti sentirai più motivato.

 

3-    RESILIENZAAFFRONTA GLI OSTACOLI CON DETERMINAZIONE

Fissa sempre nuovi traguardi. Nel running la resilienza è ciò che permette alla motivazione di farlo. Allena la resilienza attraverso la meditazione: porta l’attenzione al respiro, osserva le divagazioni della mente e concentrati nuovamente sul respiro. Questo ti permetterà di essere più determinato.

 

4-    ALLENAMENTORAGGIUNGI GLI OBIETTIVI

Correre stimola la creazione di endorfine e adrenalina, sostanze che aumentano la produzione di serotonina, l’ormone del buonumore. Un allenamento costante genera sensazioni di benesseree sviluppa una capacità sempre maggiore di sopportare la fatica.

3-ok

Iniziare a correre: da zero a 5 km in 4 settimane

 

IMG_1155-ok

Se stai leggendo qui vuole dire che hai già deciso di iniziare a correre e questa è già una gran cosa. Innanzitutto devi avere una buona dose di MOTIVAZIONE, guardati allo specchio per qualche minuto, fissati e trova il tuo personale “motivo” per trovare la forza di alzarti dal divano, allacciarti le scarpette e partire. Afferra questo motivo per i capelli e portalo sempre stretto a te. Se sei pronta a questa rivoluzione, non hai tempo da perdere, inizia subito e in poco tempo ti accorgerai di quanto tu sia in gamba molto più di quello che credevi. Acquisterai da subito più fiducia in te stessa, godrai del potere delle endorfine e ti potrai concedere anche qualche sfizio in più a tavola. Nello scorso post ti avevo dato qualche dritta sul kit del runner neofita, quindi ormai sei ben equipaggiata e non ci sono più scuse, si parte!

Il trucco è cominciare con poco, per allenare fisico e fiato. Alterna corsa e camminata veloce e riposa e corri a giorni alterni. L’ideale sarebbe allenarsi 3 giorni alla settimana. In un mese, seguendo questa tabella, dovresti riuscire a correre una mezz’ora o più o meno 5 km. All’inizio non importa la velocità, quello che conta è che il tuo corpo si abitui al movimento.

E ricorda, quello che oggi ti sembra impossibile, domani sarà solo il tuo allenamento!

Aspetto i vostri feedback…

1 SETTIMANA

1GIORNO   Corri 1 minuto , Cammina 1 minuto (ripeti 10 volte)      (tempo totale 20 min)

2GIORNO   Corri  2 minuti  , Cammina 1 minuto (ripeti 8 volte)        (tempo totale 24 min)

3GIORNO   Corri 4 minuti ,Cammina1 minuto  (ripeti 5 volte)           (tempo totale 25 min)

2a SETTIMANA

1GIORNO   Corri 4 minuti , Cammina 2 minuto – Ripeti 4 volte               (tempo totale 24  min)

2GIORNO   Corri 6 minuti, Cammina  2 minuti  – Ripeti 3 volte               (tempo totale 24 min)

3GIORNO  Corri 8 minuti , Cammina 2 minuti  – Ripeti 3 volte                (tempo totale 30 min)

3a SETTIMANA

1GIORNO   Corri 10 minuti , Cammina 2 minuti – Ripeti 2 volte               (tempo totale 24 min)

2GIORNO   Corri 12 minuti, Cammina 2 minuti – Ripeti 2 volte                (tempo totale 28 min)

3GIORNO   Corri 15 minuti ,Cammina 2 minuti – Ripeti 2 volte               (tempo totale 34 min)

4a SETTIMANA

1GIORNO  Corri 15 minuti, Cammina 2 minuti (ripeti 2 volte)               (tempo totale 34 min)

2GIORNO  Corri 10 minuti, Cammina 2 minuti (ripeti 2 volte)               (tempo totale 24 min)

3GIORNO  Corri 30 minuti o 5 km

Iniziare a correre da zero. Step 1: L’equipaggiamento

IMG_1042-ok

Dai, buttati! Continui a ripeterti che è ora di iniziare a correre, ma non ti decidi mai? Allora questo post è per te. Metti da parte le scuse e comincia subito! Tra qualche giorno inizierà la primavera, hai davanti a te mesi e mesi di belle giornate da goderti all’aria aperta, la prova costume si avvicina, potresti incontrare nuovi amici, scaricare le tensioni lavorative, insomma puoi trovare mille motivi per iniziare una nuova vita di corsa, quindi non c’è tempo da perdere, devi solo allacciarti le scarpette e partire!

E infatti partiamo subito dalle SCARPE. Metti ai piedi delle calzature adeguate, è fondamentale per proteggere il tuo corpo, in particolare le tue articolazioni, dall’impatto con il terreno. Per le prime uscite puoi anche usare scarpe non necessariamente da corsa, ma che siano minimamente ammortizzate e con la zona del tallone un po’ sollevata rispetto alla pianta del piede (per capirci, no alle scarpe da tennis totalmente piatte). Poi, con il tempo, se ti appassioni, potresti valutare l’acquisto di un paio di scarpe specifiche per il running presso un negozio specializzato in cui l’ideale sarebbe anche far analizzare (attraverso un semplice test) il tuo piede. Come potrai immaginare, non tutti i piedi sono uguali e soprattutto non tutti i piedi appoggiano a terra allo stesso modo. C’è chi ha un appoggio neutro, chi è pronatore (ha il piede rotato verso l’interno) e chi è supinatore (ha il piede rotato verso l’esterno). È importante sapere che appoggio si ha per scegliere la calzatura più adatta ed evitare eventuali piccoli (o grandi) traumi che possono insorgere con un allenamento prolungato nel tempo.

Al secondo posto, per importanza, c’è l’ABBIGLIAMENTO che deve necessariamente essere comodo e traspirante. Non copritevi eccessivamente solo per produrre una maggiore quantità di sudore credendo erroneamente di perdere peso più in fretta. Bastano pantaloncini e maglietta (o canotta) in estate e per l’ inverno aggiungete solo qualche strato in più. Pantaloni a ¾, una maglietta termica da indossare a contatto con la pelle, una t-shirt a maniche lunghe e un antivento sempre a portata di mano può fare al caso vostro.

Ci sono poi tutta una serie di ACCESSORI, consigliati ma non indispensabili, come guanti, cappellino, occhiali da sole, visiera e marsupio (mi raccomando, di quelli piatti eh, altrimenti balla tutto!). Con il tempo poi, valuterete voi personalmente quali optional diventeranno i vostri ‘indispensabili’ durante gli allenamenti.

Un optional che merita qualche parola in più è sicuramente l’OROLOGIO. Un classico segnatempo al polso ritengo sia sempre utile portarlo con sé per misurare il tempo durante il quale si corre e per valutare ì propri miglioramenti in termini di durata di attività. Per misurare, invece, altri parametri come distanza, velocità, frequenza cardiaca e calorie bruciate sono in vendita smartwatch dedicati proprio all’attività fisica. Ritengo che questo tipo di apparecchio (dato il costo) sia da acquistare soltanto quando la vostra attività fisica non è più saltuaria ma abbastanza frequente da giustificarne la spesa.

C’è poi chi corre con il CELLULARE. Se siete delle ragazze consiglio sempre di portare con voi il telefonino, specie se correte in orari particolari o in zone isolate. Esistono comodi portacellulari da braccio che non danno fastidio durante la corsa. Se portate con voi il cellulare potete anche utilizzare le tante App dedicate alla corsa tra cui Runtastic e Runkeeper che a fine allenamento vi daranno tutti i dettagli della vostra attività.

E poi ci sono quelli che non possono proprio correre senza MUSICA. Io suggerisco di iniziare a correre in tutta libertà per sentire e registrare al meglio il proprio ‘motore’, poi, una volta presa maggiore confidenza con il proprio corpo un buon lettore musicale (ma anche, ad esempio, la App Spotify direttamente sul cellulare) può rivelarsi un eccellente compagno di running quando ci si allena da soli.

Ecco tutto per quanto riguarda l’equipaggiamento, nel prossimo post si parte con l’allenamento. Iniziate a riscaldare i muscoli e…stay tuned!

Con Diadora una staffetta di 1500 km attraverso l’Europa

00-DIADORA-Make-it-bright-teaser-MASTER-Copy-01.00_00_45_11.Still015-ok

Vi piacerebbe prendere parte a una staffetta di 1500 km?

Diadora, per celebrare la prima campagna di brand mondiale “Make it Bright”, ha organizzato la staffetta più spettacolare mai intrapresa prima. Sarà una corsa di 1500 km che attraverserà l’Europa e verrà seguita da un team di supporto e dalla troupe che fornirà aggiornamenti live dell’impresa sul sito dedicato.

Non sono richieste doti da maratoneta per partecipare, basta solo la passione per la corsa, quindi la selezione è aperta a tutti quelli che si candideranno su http://makeitbright.diadora.com/ fino al 30 gennaio.

La staffetta, che si terrà dall’11 al 19 febbraio, partirà dalla sede Diadora di Caerano di San Marco (TV), presso l’impianto in cui verrà avviata la produzione del primo paio di SS2016 N9000. Una volta uscito dallo stabilimento di produzione, questo paio di scarpe partirà alla scoperta dell’Europa per terminare la propria corsa in Spagna, dove verrà consegnato a Barcellona.

Un trail a Milano? Sì, e con anche la scalata di un grattacielo!

La Torre Allianz a CityLife
La Torre Allianz a CityLife

Chi l’ha detto che Milano è piatta e che non ci sono montagne da scalare? Che sciocchezza, a Milano tutto è possibile! E chi pensava che un trail nella città meneghina fosse roba fantascientifica dovrà ricredersi, noi milanesi abbiamo il nostro trail urbano fatto di parchi cittadini e grattacieli da scalare, mica roba da poco eh!

Quindi non prendete impegni, domenica 20 settembre 2015 si correrà la seconda edizione della Salomon City Trail Milano, con partenza e arrivo all’Arena di Milano.

La prima novità rispetto all’anno scorso è che la gara si correrà su un percorso in gran parte rinnovato che attraverserà il grande parco verde di CityLife con i suoi 173mq di superficie e i suoi 1500 alberi.

La seconda è che ci saranno due competizion distinte, Hard e Fast. La prima è una competitiva da 23,5 km mentre la seconda, di 13 km, è aperta a tutti.

Ma la vera “chicca” di quest’edizione è che i partecipanti della gara competitiva dovranno scalare (e poi, naturalmente, scendere) 20 piani della Torre Allianz, l’edificio più alto d’Italia, progettato da Arata Isozaki, con i suoi 50 piani totali per 202 metri di altezza.

Le iscrizioni sono già aperte, sia online che nei punti convenzionati il cui elenco lo trovate sul sito www.salomoncitytrailmilano.it. I costi d’iscrizione sono 30 euro per la gara Hard e 15 euro per la Fast.

Bhè che dire, vogliamo perderci questo nuovo modo di correre in città??? Su, tutti ad allenarci su e giu dalla Montagnetta di San Siro e iniziamo a fare le scale di casa a piedi, settembre è già alle porte!

 

Per chi vuole correre (al parco) in compagnia c’è CorriMI

Il Parco Sempione
Il Parco Sempione 

Lo sapevate che a Milano ci sono qualcosa come 60mila runners? Ed è proprio per questo che il Comune di Milano, con la collaborazione del Comitato Provinciale Fidal Milano, ha lanciato la seconda edizione del progetto CorriMI offrendo la possibilità di usufruire dei parchi di Milano come fossero vere e proprie palestre a cielo aperto.

Quindi, podisti milanesi, alzatevi e andate a correre! Potete scegliere tra sette parchi cittadini Sempione, Montanelli, Trenno, Forlanini, Lambro, Montagnetta di San Siro e Parco delle Cave.

Ogni runner, in base al proprio livello di preparazione potrà poi scegliere, tra i 5km o i 10km, il percorso che meglio soddisfa le sue esigenze, contando sul supporto dei trainer che guidano ogni sessione di allenamento, a cominciare dallo stretching.

Ecco il calendario degli appuntamenti: ogni martedì e giovedì, dalle h18.30 alle h20.00, presso il Centro XXV Aprile – Parco Montestella; ogni sabato dalle h9.30 alle 11.30, presso il Parco Sempione e il Parco di Trenno. E poi su Corrimi.com tutte le informazioni possibili, dalle modalità di iscrizione alle convezioni o gli appuntamenti speciali.

 

 

Alpe di Siusi, la mezza “verde”

Giulia, Danilo Goffi e io all'edizione dello scorso anno
Giulia, Danilo Goffi e io all’edizione dello scorso anno

Domenica 5 luglio all’Alpe di Siusi si correranno 21 km nel verde che più verde non si può. Per chi non lo sapesse, l’alpeggio di Siusi, che si trova nella provincia di Bolzano, è il più grande altipiano d’Europa con un’estensione di circa 60 km2, una sorta di porta che si apre sulle Dolomiti. Insomma, un luogo perfetto per correre completamente immersi nella natura osservando un panorama mozzafiato.

Io ci sono stata l’anno scorso, per la prima volta, (leggete qui il mio racconto) e dato che ci ho lasciato il cuore, ritornerò anche quest’anno a riprendermelo.

Ma torniamo alla gara, dopo il riconoscimento ricevuto nel 2014 ai Green Events Austria Gala, la Mezza Maratona dell’Alpe di Siusi si riconferma anche per quest’anno una gara dalla parte dell’ambiente. È arrivata infatti, per questa terza edizione, la certificazione Green Event, ovvero l’attestato della Provincia Autonoma di Bolzano che testimonia la sostenibilità della manifestazione per quanto concerne l’organizzazione e lo svolgimento della manifestazione.


L'altipiano
L’altipiano

Fra le varie azioni messe in atto dall’organizzazione c’è, ad esempi l’uso della raccolta differenziata, accompagnata dalla riduzione generale dei rifiuti e del consumo di energia, l’utilizzo di mezzi di trasporto ecologici e la distribuzione di cibo a chilometro zero. Oltre alla certificazione Green, la 21 chilometri dell’Alpe di Siusi sostiene anche un progetto nel Kenya attraverso la speciale maratona VIP. Questa partecipazione è dedicata a personalità di spicco dell’Alto Adige, che saranno sponsorizzati per un chilometro a testa. Per ogni chilometro gli sponsor della gara doneranno 500 euro per sostenere l’associazione di volontariato “Medici dell’Alto Adige per il Mondo“.

Alla Wings for Life non c’è traguardo da raggiungere. È il traguardo stesso che ti insegue

logo-ok

Avete mai corso una gara senza traguardo? Avete mai corso una gara senza sapere esattamente quanti chilometri correrete? Avete mai corso una gara planetaria? Allora non prendete impegni per il 3 maggio quando verrà organizzata una grande corsa di solidarietà, la Wings for Life World Run ,che si terrà in 35 diversi posti del mondo contemporaneamente alle ore 11.00 UTC: in Italia si terrà a Verona, con partenza fissata alle ore 13 locali. Una corsa globale che serve a finanziare la ricerca di una cura per le lesioni al midollo spinale. Infatti, il 100% del ricavato proveniente dalle iscrizioni, dagli sponsor (tra cui Puma, Garmin) e dalle donazioni alla Wings for Life World Run, andranno direttamente alla fondazione di ricerca. Uomini e donne, giovani e anziani, così correranno tutti assieme per chi non può farlo.

Tra le particolarità della gara, oltre a corrersi in contemporanea in più Paesi del mondo, c’è il fatto che c’è una partenza, ma non c’è un traguardo da raggiungere. Trenta minuti dopo il via, una “catcher car” si lancerà all’inseguimento dei runner, prima procedendo a velocità moderata, aumentando poi progressivamente. Il corridore raggiunto dalla macchina finirà la sua gara mentre l’ultimo atleta ad essere superato verrà incoronato campione.

Lo scorso anno, la prima edizione italiana della manifestazione, è stata vinta dall’ultramaratoneta Giorgio Calcaterra, che ha corso 72,96 km.

Nel 2014 hanno partecipato alla manifestazione oltre 35mila persone in tutto il mondo e sono stati raccolti più di 3 milioni di euro per la ricerca.

La corsa italiana partirà da piazza Bra, situata nel centro storico di Verona, attraverserà il ponte Pietra di epoca romana e costeggerà il suggestivo quartiere di Veronetta. Da quel momento il fiume Adige accompagnerà i partecipanti verso i Paesi della provincia, tra cui Bussolengo, Castelnuovo del Garda e Villafranca.

Ci vediamo sulla linea di partenza!

Il color boost di Stella Sport

Ecco alcuni capi della nuovissima linea Stella Sport di Adidas. Si tratta di una collezione che affianca la già collaudata Adidas by Stella McCartney, ma che ha una fascia prezzo molto più bassa ed è caratterizzata da un mood estremamanete colorato. Dedicata a tutte le ragazze sportive, Stella Sport non è solo abbigliamento, ma anche calzature e accessori.

Stella Sport
Stella Sport

Running Agenda: le gare da non perdere in Costa Azzurra

La spiaggia di Nizza
La spiaggia e il mare di Nizza

Diciamolo, tra correre in città e correre al mare c’è una bella differenza. Vuoi mettere quell’aria salmastra che ti riempie i polmoni mentre lo sguardo si perde nell’azzurro, a cercare là dove finisce il mare e inizia il cielo? Il tutto, magari, accompagnato da un bel sole che illumina e riscalda l’anima?

Bene, dopo aver trascorso uno splendido week-end a Nizza, per correre i 10 km della Prom’Classic, ho fatto una piccola ricerca sulle gare della Costa Azzurra in programma nei prossimi mesi.

Ecco la mia mini selezione, da mettere in agenda per il 2015:

–        15 febbraio NICE CARNAVAL RUN: si corre, rigorosamente vestiti in maschera per festeggiare in modo alternativo il Carnevale, la 10 km o la 5 km. È prevista anche la 1 km dedicata ai bambini.

–        22 febbraio LE SEMI DE CANNES: la mezza maratona e la 10 km con partenza e arrivo nei pressi del Palais des Festivals

–        15 marzo SEMI-MARATHON DE HYERES LES PALMIERS: la mezza maratona, ma anche la 10 km e la 5km nei pressi delle splendide “Isole d’Oro”. La novità del 2105 è un percorso di 8 km per gli appassionati di nordic walking.

–        15 marzo MONACO RUN che comprende: la Riviera Classic, la gara di 23,8km che collega Ventimiglia a Monaco; la 10 Km di Montecarlo e la Monaco Walk, una marcia ad andatura libera di circa 5 km.

–        25-26 aprile SEMI-MARATHON INTERNATIONAL DE NICE che comprende, oltre alla mezza maratona, anche una 10 km, una 5 km tutta al femminile, una family run di 2 km e una 2 km solo per bambini.

–        8 novembre MARATHON DES ALPES MARITIMES: la maratona (42,195 km) che parte da Nizza e arriva a Cannes che può essere corsa anche nella formula staffetta 2×21,1 km, oppure sempre in staffetta, ma mettendo su un mini team di 6 corridori.

C’è l’imbarazzo della scelta!

…e voi, dove correrete?