935EF2B9-A88B-4DC0-A87D-5840F20CB815

La principale causa di mortalità in Italia è rappresentata dalle malattie cardiovascolari. Secondo i dati diffusi dall’Organizzazione Mondiale della Sanità sono circa 6 milioni gli italiani a rischio di malattie legate al sistema circolatorio, ma la cosa più preoccupante è pochi di loro sanno di esserlo. Chi soffre di malattie cardiovascolari può avere conseguenze fisiche importanti con un’aspettativa di vita ridotta addirittura di oltre 7 anni. Ma il rischio è reversibile. Prevenire queste malattie, come l’infarto miocardico e l’ictus cerebrale, è infatti possibile  grazie a una corretta prevenzione che parte dall’individuazione dei fattori di rischio e dall’adozione di uno stile di vita sano.

Per questo motivo Bayer rilancia anche quest’anno con Luca Carboni la campagna di sensibilizzazione “Il Battito del Cuore”, iniziata lo scorso anno, attraverso il linguaggio universale della musica.

2F59D91A-F756-4AFF-B8B7-452EB655AAF2

Dopo aver coinvolto nel 2018 alcuni pazienti, che si sono cimentati con il cantante bolognese in una versione inedita di “Il mio cuore fa ciock”, la campagna si avvale oggi della collaborazione di cinque medici, esperti in malattie cardiovascolari, che hanno dato vita a un’insolita band a supporto di Carboni che presta così nuovamente il suo volto e la sua voce per la nobile causa che gli sta molto a cuore. Chi meglio di lui che già nel 1991 cantava “Mente sana in corpo sano. E adesso son convinto anch’io” nella sua “Ci vuole un fisico bestiale”?

E proprio questa storica canzone oggi è stata ricantata da Luca con una band speciale sui tetti dell’Ospedale Policlinico San Martino di Genova diventando così il manifesto del Battito del Cuore targato 2019. Come a dire, per avere un fisico bestiale facciamo prevenzione.

Per vedere il video vai su https://www.ilbattitodelcuore.it

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *