Giulia, Danilo Goffi e io all'edizione dello scorso anno
Giulia, Danilo Goffi e io all’edizione dello scorso anno

Domenica 5 luglio all’Alpe di Siusi si correranno 21 km nel verde che più verde non si può. Per chi non lo sapesse, l’alpeggio di Siusi, che si trova nella provincia di Bolzano, è il più grande altipiano d’Europa con un’estensione di circa 60 km2, una sorta di porta che si apre sulle Dolomiti. Insomma, un luogo perfetto per correre completamente immersi nella natura osservando un panorama mozzafiato.

Io ci sono stata l’anno scorso, per la prima volta, (leggete qui il mio racconto) e dato che ci ho lasciato il cuore, ritornerò anche quest’anno a riprendermelo.

Ma torniamo alla gara, dopo il riconoscimento ricevuto nel 2014 ai Green Events Austria Gala, la Mezza Maratona dell’Alpe di Siusi si riconferma anche per quest’anno una gara dalla parte dell’ambiente. È arrivata infatti, per questa terza edizione, la certificazione Green Event, ovvero l’attestato della Provincia Autonoma di Bolzano che testimonia la sostenibilità della manifestazione per quanto concerne l’organizzazione e lo svolgimento della manifestazione.


L'altipiano
L’altipiano

Fra le varie azioni messe in atto dall’organizzazione c’è, ad esempi l’uso della raccolta differenziata, accompagnata dalla riduzione generale dei rifiuti e del consumo di energia, l’utilizzo di mezzi di trasporto ecologici e la distribuzione di cibo a chilometro zero. Oltre alla certificazione Green, la 21 chilometri dell’Alpe di Siusi sostiene anche un progetto nel Kenya attraverso la speciale maratona VIP. Questa partecipazione è dedicata a personalità di spicco dell’Alto Adige, che saranno sponsorizzati per un chilometro a testa. Per ogni chilometro gli sponsor della gara doneranno 500 euro per sostenere l’associazione di volontariato “Medici dell’Alto Adige per il Mondo“.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *