Moldiv_1417125315325-ok

Il mio è un vero e proprio attacco di nostalgia. Se dico “PUMP”, sono certa che non devo dare altre spiegazioni. Sono sicura che chi, come me, è figlio degli anni ’80, non ha bisogno di altre parole per capire che si tratta di un modello di scarpe sportive che hanno fatto la storia.

Quando ancora la parola “sneaker” non faceva parte del nostro vocabolario, e la scarpa dal mood sportivo veniva ancora chiamata “scarpa da ginnastica” o “scarpa da tennis”, venne presentata per la prima volta la tecnologia “The Pump”, su una scarpa Reebok. Era il 24 novembre 1989.

Ve la ricordate la famosa “pallina” da basket posizionata sulla linguetta della scarpa che dava la possibilità di gonfiare e sgonfiare camere d’aria posizionate nella tomaia e avere così un controllo diretto sul fit and feel delle calzature sul proprio piede? Bene, quella tecnologia, ideata da un ex vigile del fuoco, un tale Paul Litchfield, ha appena spento 25 candeline.

Studiato originariamente per il campo da basket, questo sistema ha avuto un successo tale che a partire dai primi anni ’90 vennero lanciate una serie di Pump realizzate appositamente un po’ per tutti gli sport, dal cross training al walking fino al running, al tennis e persino all’aerobica.

Come dimenticare il cestista Dee Brown che nel 1991 “pompava” le sue Reebok sul parquet di gioco prima di ogni sua schiacciata?

Il boom però è arrivato quando le Reebok Pump hanno raggiunto la strada. Migliaia di ragazzini, Reebok ai piedi, si sfidavano a suon di “tu quanti pump dai?” e il fenomeno non si è più arrestato diventando un must-have anche dell’universo femminile (ma quanto mi piacevano quelle bianche e blu del mio compagno di banco del liceo???).

E proprio in occasione del 25° compleanno di Pump, Reebok ha deciso di regalare a tutti i suoi fan la riedizione degli storici modelli “gonfia-sgonfia”, dalla Bringback alla Battletop fino alla Omni Lite.

Reebok-Classic-Pump_25th-anniversay_adv-ok

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *