Il rito del pettorale
Il rito del pettorale e del chip

É iniziato il countdown. Ormai manca meno di un mese al grande giorno. La Milano City Marathon si avvicina e noi #cityrunners siamo stati chiamati alla prima sgambettata ufficiale per testare la nostra performance sui 10k. Il banco di prova, o meglio la pista di riscaldamento, è stato il Parco Sempione che domenica 9 marzo ha visto correre sul suo famoso sterrato circa un migliaio di podisti, tra cui appunto noi “cuccioli” di Adidas.

Per i più curiosi, la competizione che oggi si chiama Trofeo Sempione é nata nel 1977 con il nome di Passo del Ciovasso (appunto una passeggiata che partiva da via Ciovasso e finiva in via Ciovassino, entrambe strade del quartiere di Brera). Nel 1989 diventò poi quel Trofeo Sempione che oggi é arrivato alla sua 26esima edizione lasciando le vie trafficate della città per trasferirsi in uno dei più suggestivi polmoni verdi nel cuore di Milano.

Moldiv_1394552004948-ok

Ed eccoci qui…appuntamento alla Sala (d’onore) Appiani dell’Arena Civica, il piú antico centro sportivo al mondo ancora in funzione voluto (per noi milanesi) e inaugurato da Napoleone nel 1807, dove ci sono stati assegnati i pettorali e i chip per la rilevazione del tempo nonostante noi gareggiassimo (grazie a Dio!) per la non competitiva. Poi é stato il momento del mental coach Patrizio Pintus che ci ha caricato a dovere in stile Marines americani con tanto di urlo finale di gruppo e poi via di riscaldamento con i coach Stefano e Irene per prendere confidenza con il luogo e attivare la modalità: COMPETITION ON.

Da lì a poco, lo sparo dello start ci ha avvisati che era tempo di muovere le gambette: i top runner davanti e i #cityrunners giusto “qualche” passo più indietro. Nonostante alcune buche e un paio di panchine e tombini da schivare, il percorso é stato piacevole, soprattutto il passaggio davanti al Castello Sforzesco e all’Arco della Pace. Inutile dire che il momento più bello é stata l’entrata finale (e trionfale) all’Arena: 200 mt di pura adrenalina in cui i primi 9.800mt ormai non te li ricordavi già più. Chi prima (intorno ai 41′) chi dopo (intorno all’ora e poco più) tutti noi #cityrunners abbiamo tagliato il traguardo centrando l’obiettivo: conquistare i mitici 10k.

Da adesso in poi la Milano City Marathon ci farà un po’ meno paura…piccoli passi (da giganti) per iniziare a crederci!

Who run the world? #cityrunners!

L'arrivo
L’arrivo

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *