Shooting in store
Shooting in store

La settimana scorsa ho avuto l’onore di far parte del Team di Runner’s World che ha testato in anteprima le nuove Nike Flyknit Lunar2. Appuntamento alle 18.30 presso il Nike Store di piazza Gae Aulenti per provare (naturalmente di corsa), su un percorso di 6 km attraverso il cuore della città, quelle che nella versione precedente sono state elette “scarpe dell’anno” dalle redazioni di Runner’s World di tutto il mondo.

Le migliorie di questo secondo modello riguardano in particolare la tomaia, costruita con la rivoluzionaria tecnologia Flyknit, che è stata ridisegnata per una maggiore traspirabilità; una linguetta integrata per un comfort maggiore e una suola caratterizzata da tasselli concentrici a diversa densità che adattano il grip alla pressione esercitata sull’avampiede per un maggiore ammortizzamento. In sintesi l’obiettivo di Nike è stato quello di creare una scarpa da running “straordinariamente leggera e incredibilmente resistente”. La nuova Nike Flyknit Lunar2 è in vendita da pochi giorni al prezzo di 160 euro.

Ecco le mie personalissime sensazioni di corsa con le Flyknit Lunar2: È il caso di dire che alle volte gli occhi tradiscono. Devo essere sincera, ad un primo incontro visivo le Flyknit Lunar2 mi sono sembrate ‘troppo leggere’ e ‘poco ammortizzate’ per correre, ma sono bastati i 6 km percorsi lungo le vie meneghine, per ricredermi. Quella della Flyknit Lunar 2 la definirei proprio una miglioria riuscita. Le scarpe risultano sì leggere nella parte della tomaia (e traspiranti – ho percepito addirittura l’aria sulle dita dei piedi!!!), ma allo stesso tempo la sensazione è quella di indossare una scarpa discretamente strutturata sul tallone e con un sistema ammortizzante più efficace di quanto potessi immaginare, nonostante la sottile intersuola. Non ho avvertito minimamente la sensazione di “piede per terra” come invece mi è capitato con le Free Run. La calzata, però, l’ho trovata un po’ stretta rispetto al mio numero abituale. L’ho avvertita come una scarpa reattiva, secondo me ideale per allunghi e distanze non superiori ai 10 km. Dal punto di vista estetico, ineccepibili come sempre, accostamenti cromatici azzeccati, in perfetto stile Nike. La mia unica perplessità riguarda i pronatori (anche se non è il mio caso): sono adatte per questo tipo di piedi? Voto: 7,5″.

Photo credits: Runner's World
Il running team di Runner’s World davanti al Nike Store.
Il Runner's World Team prima della partenza
Il running team prima della partenza
Nike Flyknit Lunar2 ready to go
Nike Flyknit Lunar2 ready to go
Alla conquista del Duomo
Alla conquista del Duomo
 Photo credits: Runner’s World

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *