Mese: novembre 2018

Store, Cafè e training, con Runaway la terza dimensione del running debutta a Milano-Isola

f376e3a1-023f-4bee-a87d-74bc4b97426b

Store, Cafè, training: se avessi dovuto inventare un concept di negozio, io l’avrei pensato esattamente così. E invece l’hanno ideato Luca Podetti, Filippo Canetta e Carlo Piolteli, tre amici appassionati di running e di corsa nella natura, che hanno scelto la frizzante zona Isola, a Milano (in via Ugo Bassi 22) per aprire il primo spazio Runaway che non è, appunto, solo un negozio, ma un nuovo punto di riferimento in città per il running e il trail running dove gli sportivi potranno vivere a 360° la propria passione e soprattutto condividerla.

Schermata 2018-11-30 alle 10.46.44

La novità di Runaway è che oltre ad essere uno store, dove poter acquistare articoli sportivi di tutte i brand più importanti, è uno spazio dedicato agli eventi, è una palestra dove allenarsi (con docce e spogliatoi) ed è anche un Cafè dove poter gustare una sana colazione, un pranzo, un aperitivo o semplicemente un luogo per rilassarsi.

IMG_0012

“Abbiamo unito le idee e le visioni di tutti e tre i soci”, ha spiegato Luca. “Io e Carlo avevamo un’idea comune di aprire un negozio specializzato in running e trail running. Io vengo già da un’esperienza di questo genere, Carlo arriva, invece, dal mondo della pubblicità e del marketing e Filippo è un imprenditore nonchè un fortissimo atleta di trail. La cosa che ci unisce di più è l’amicizia, che è stata fondamentale per far partire Runaway. Non volevamo aprire soltanto un semplice negozio di scarpe. Volevamo creare uno spazio che offrisse più servizi in uno, che fosse un luogo di ritrovo e di condivisione, non solo per sportivi. La presenza di un bar, con caffetteria e tavola fredda è proprio uno dei motivi principali per i quali vorremmo che Runaway non sia solo un negozio ma anche un punto di ritrovo. Il menù sarà comunque in linea con un’alimentazione sana e sportiva, partendo da una sana colazione e proponendo pranzi e aperitivi a base di prodotti ricercati e possibilmente biologici”.

cf3ac4f9-bc1e-4c6a-9906-993d84804372

All’interno dello spazio verranno organizzati anche corsi di yoga, pilates, ginnastica funzionale ed eventi come presentazioni di libri, serate a tema alimentazione, proiezione di documentari o anche eventi privati.

IMG_0017 2

“Ci piacerebbe molto esportare Runaway altrove, chissà. Partiamo con i piedi per terra, convinti che funzionerà alla grande e che in un futuro, nemmeno troppo lontano, apriremo altri Runaway sia in Italia che all’estero”.

IMG_0023 2

Con Fitbit Charge 3 finalmente si va anche sott’acqua!

IMG_9868

Se il Fitbit Charge 2 vi aveva incuriosito, il Fitbit Charge 3 vi farà innamorare. Non voglio dilungarmi con una recensione minuziosamente dettagliata (le trovo noiose, e già a metà mi viene sonno) perché il mio consiglio, soprattutto in materia di tecnologia, come sapete è di sperimentare voi stessi le funzioni secondo le vostre personali esigenze. Ma le novità più importanti dell’ultimo activity tracker lanciato da Fitbit ve le voglio sottolineare perché, se ancora non lo sapete, la gamma Charge è la più venduta in casa Fitbit.

Partiamo dal display, touchscreen, che è più largo e luminoso della versione precedente mentre  la  batteria è più longeva, e dura addirittura fino a una settimana. Ma veniamo alle novità più succose, quelle per me più importanti: il Fitbit Charge 3 è, udite, udite, finalmente SUBACQUEO! Questo significa che è adatto, oltre che per la corsa, la bici, il training e lo yoga, anche per il nuoto (è resistente all’acqua fino a 50 metri, anche in acqua salata eh!) e naturalmente anche mentre cantate sotto la doccia (quindi, insomma, non lo toglierete più). Inoltre, grazie agli oltre 9 trilioni di minuti di dati raccolti sul battito cardiaco, Fitbit ha migliorato la sua tecnologia PurePulse 24/7 per una maggiore accuratezza rispetto a Charge 2 e fornisce un calcolo più preciso delle calorie bruciate e della frequenza cardiaca a riposo per migliorare l’allenamento.

IMG_9959

E poi c’è l’utilissimo contatore dei passi (ricordiamoci di fare i famosi 10mila passi al giorno consigliati dai medici e cardiologi per rimanere in salute), il monitoraggio del sonno (per verificare se abbiamo dormito a sufficienza e bene), ci sono le funzioni per l‘allenamento, il relax, il timer, la sveglia, il meteo e tutte le funzionalità smart (chiamate, avvisi di calendario, messaggi di testo e tutte le notifiche impostate sul nostro smartphone) oltre alla possibilità di pagamenti contactless (che consentono di effettuare pagamenti tramite semplice tocco del bracciale su di un lettore abilitato).

IMG_9842

Tra le funzioni dell’App Fitbit (che dovete necessariamente installare come prima cosa per poter usare tutti i device Fitbit) trovo utilissima per noi donne quella relativa al monitoraggio per la salute femminile. Usando l’App Fitbit possiamo, infatti, capire meglio il nostro ciclo mestruale registrando i dati relativi a ciclo e ovulazione e i diversi sintomi.

Il Charge 3 è disponibile per la vendita online sul sito di Fitbit, ma lo trovate anche presso i negozi autorizzati al prezzo di 149,99 euro nella versione standard e a 169,99 euro per la Special Edition (io ho quello con il cinturino in tessuto color lavanda e cassa in alluminio oro rosa :-) ).

Fitbit_Charge_3_3QTR_SE_Lavender_Rose_Gold_Period_Tracking_In_Today_Shadow-1170x1170