Mese: giugno 2016

Running Test: TomTom Runner 2 Cardio + Music. Chi fermerà la musica?

IMG_3982-ok

Anche se tanti puristi del running storceranno il naso, io quando mi alleno (da sola) non posso fare a meno della musica. Ho una playlist, che studio meticolosamente, un po’ per tutto: ballate pop per i lunghi, sound energico per le ripetute, armonie relax per lo stretching, insomma la musica, oltre a farmi compagnia, mi carica e mi rilassa allo stesso tempo. L’unico impiccio, lo ammetto, è però portarsi dietro il lettore mp3 o lo smartphone (oltre al Gps e al cardiofrequenzimetro, a cui non posso proprio rinunciare). Meno aggeggi ho addosso quando corro e meglio sto, ma rinunciare alle musica proprio non se ne parla. Ero quindi molto curiosa di testare il nuovo TomTom Runner 2 Cardio + Music, dispositivo da polso che fa, in modo geniale, da “tutt’uno”: è in grado di combinare un lettore musicale integrato, un sensore per la rilevazione della frequenza cardiaca al polso, un sistema di monitoraggio dell’attività 24h24 e 7 giorni su 7, possiede la funzionalità Multi-Sport e un accurato sensore GPS.

image1-ok

 

MI PIACE PERCHÈ

La caratteristica più innovativa, quella che mi ha fatto innamorare è senza dubbio, quella relativa alla musica: nello specifico TomTom Runner 2 dispone di ben 3GB per l’archiviazione musicale, il che significa avere la possibilità di ascoltare, direttamente dal proprio orologio, oltre 500 brani musicali (circa 33 ore di musica, quindi per darvi un’idea potete correre con le note nelle orecchie per due volte la 100 km del Passatore!). Inoltre, il dispositivo è compatibile con una vasta gamma di cuffie Bluetooth (che nell’ottica di minimizzare gli ‘impicci’, non guasta) e viene fornito con tracce audio pensate appositamente per il running, un mix su misura della durata di 30 minuti per motivare, fornire energia o suggerire le hit del momento scelte dai migliori DJ del mondo a cura di Ministry of Sound (le playlist possono anche essere facilmente scaricate da iTunes o Windows Media Player).

image2-ok

Secondo, cosa che adoro, oltre ai cinturini intercambiabili, è che questo dispositivo permette di rilevare il proprio battito cardiaco tramite il cardiofrequenzimetro ottico. Il che significa che è sufficiente legare al polso il proprio TomTom 2 Cardio + Music, iniziare la propri attività (corsa, ciclismo, nuoto o palestra) e il gioco è fatto: la tradizionale (e fastidiosa) fascia toracica non è più necessaria. E poi c’è da aggiungere che funziona anche come activity tracker monitorando l’attività quotidiana diurna e notturna (eh sì perché ricordiamoci che si brucia anche quando si dorme!). Conoscerete così, ad esempio, il numero di passi percorsi, le calorie bruciate e il tempo di attività effettuata. Il prezzo? 249 euro

[La musica è il miglior mezzo per sopportare il tempo]

image3-ok

Healthy Food: Riso rosso thai con avocado, salmone affumicato e sale all’argilla rossa delle Hawaii

Cercate un’alternativa esotica all’insalata di riso tradizionale? Se avete voglia di un piatto fresco, semplice e veloce da preparare, molto gustoso, ma soprattutto sano e ricco di nutrienti, vi propongo il piatto che ho sperimentato ieri e che permette di assimilare il giusto equilibrio tra carboidrati, proteine e grassi (quelli buoni eh!). Il salmone, infatti, è ricco di Omega 3 mentre l’avocado riequilibra molto rapidamente il livello del colesterolo “cattivo”. Il riso rosso thai integrale poi ha poche calorie, ma aumenta il senso di sazietà. Provatelo, ditemi cosa ne pensate e…buon appetito!

IMG_3739-ok

Ingredienti per 2 persone:

  • Riso rosso thailandese: 180 gr.
  • Brodo vegetale: 1,5 l
  • Avocado: 2 piccoli
  • Salmone affumicato: 150 gr
  • Sale all’argilla rossa delle Hawaii: q.b.
  • Limone: 1
  • Olio extravergine: q.b.
  • Pepe: q.b.

 

Preparazione:

  • Preparare il brodo vegetale e farlo bollire, poi versare il riso (già sciacquato con acqua) nel brodo e farlo cuocere secondo i minuti riportati sulla confezione (di solito intorno alla mezz’ora). Raffreddarlo sotto il getto dell’acqua fredda e scolarlo, quindi riporlo in un contenitore e condire con l’olio e il sale.
  • Mentre il riso è in cottura, tagliare e pestare con il dorso di un cucchiaio l’avocado e condirlo con limone e pepe. Poi sminuzzare il salmone e condire col limone.
  • Infine preparare il piatto con i diversi strati: fate prima una bella ‘montagnetta’ di riso, poi aggiungete l’avocado e infine il salmone.

Da Natked alla ricerca dell’armonia con Deha

IMG_3373-ok

“Dovete rispettare il vostro corpo che è un’opera ingegneristica perfettissima”, con questo mantra Gianluca De Benedictis ha accolto me e un piccolo gruppo di appassionate di sport e movimento da Natked, lo spazio nato circa un anno fa in zona Porta Nuova a Milano in cui si pratica una sorta di allenamento su misura basato sul concetto di armonia tra mente e corpo.

_DSC2866-ok

L’occasione è stata la presentazione della nuova collezione della linea del brand activewear Deha che si chiama appunto “Harmonic” e che è stata pensata per attività come lo yoga e il pilates, ma anche per i quotidiani momenti di relax.

Abbiamo provato alcuni nuovi capi della collezione, caratterizzati dall’essere molto comodi, morbidi, fluidi, asimmetrici con colori basici e realizzati con tessuti ecosostenibili come il cotone organico e la viscosa Lenzing, e per un’ora ci siamo dedicate soltanto a noi stesse e alla ricerca della nostra personalissima armonia.

_DSC2906-ok

“Bisogna ascoltare i propri bisogni e, allo stesso tempo, ciò che il corpo comunica”, ci ha spiegato Gianluca. “L’obiettivo è quello di ritrovare forma e armonia attraverso esercizi naturali che rieduchino al movimento e allo stare bene”.

Tutti concetti affatto scontati per chi nella propria quotidianità è costretto a una vita sedentaria stando seduto per ore in luoghi chiusi, con posture scorrette e occhi fissi a un pc.

_DSC2951-ok

Una delle regole di Natked, ad esempio, è che si deve camminare a piedi nudi proprio per riprendere quella confidenza con i nostri piedi che l’uso delle scarpe ci ha via via negato. Poi Gianluca ci ha parlato di “propriocezione”, termine a me prima sconosciuto, ovvero dell’abilità del corpo di trasmettere la posizione nello spazio. “Governiamo la stabilità, l’equilibrio e la coordinazione dei movimenti, così aumentiamo il nostro benessere e la nostra performance”, ha detto. Equilibrio fisico equivale a equilibrio mentale.

IMG_3363-ok

Insomma il corpo deve scorrere nel suo percorso naturale, deve essere libero di andare dove sente l’esigenza di andare, con un movimento fluido che va a toccare tutti gli elementi che regolano la sua salute, con la sola interruzione della respirazione funzionale. 

IMG_3364-ok

Ma l’armonia passa anche per l’alimentazione, ecco perché Deha, dopo questo momento di reset fisico (e mentale) ci ha offerto un healty break a base di frutti rossi, frutta secca, succhi pressati a freddo e… cioccolato! Armonia conquistata!

_DSC3000-ok