Mese: aprile 2015

Ho corso con una leggenda

Per chi ancora non lo sapesse, ho corso con Gebre. Per chi ancora non lo conoscesse, dico solo che ha 27 record mondiali e due medaglie olimpiche. È una leggenda del running. E io ho corso accanto a lui per qualche chilometro. Il mio racconto è stato pubblicato sul numero di maggio di Runner’s World, ora in edicola. Lo trovate all’interno di una bellissima intervista che è stata fatta al campione proprio in occasione della sua partecipazione alla Milano City Marathon.

Buona lettura! 

20150429_144632_resized-ok
Runner’s World – Maggio 2015

20150429_144257_resized-ok

Alla Wings for Life non c’è traguardo da raggiungere. È il traguardo stesso che ti insegue

logo-ok

Avete mai corso una gara senza traguardo? Avete mai corso una gara senza sapere esattamente quanti chilometri correrete? Avete mai corso una gara planetaria? Allora non prendete impegni per il 3 maggio quando verrà organizzata una grande corsa di solidarietà, la Wings for Life World Run ,che si terrà in 35 diversi posti del mondo contemporaneamente alle ore 11.00 UTC: in Italia si terrà a Verona, con partenza fissata alle ore 13 locali. Una corsa globale che serve a finanziare la ricerca di una cura per le lesioni al midollo spinale. Infatti, il 100% del ricavato proveniente dalle iscrizioni, dagli sponsor (tra cui Puma, Garmin) e dalle donazioni alla Wings for Life World Run, andranno direttamente alla fondazione di ricerca. Uomini e donne, giovani e anziani, così correranno tutti assieme per chi non può farlo.

Tra le particolarità della gara, oltre a corrersi in contemporanea in più Paesi del mondo, c’è il fatto che c’è una partenza, ma non c’è un traguardo da raggiungere. Trenta minuti dopo il via, una “catcher car” si lancerà all’inseguimento dei runner, prima procedendo a velocità moderata, aumentando poi progressivamente. Il corridore raggiunto dalla macchina finirà la sua gara mentre l’ultimo atleta ad essere superato verrà incoronato campione.

Lo scorso anno, la prima edizione italiana della manifestazione, è stata vinta dall’ultramaratoneta Giorgio Calcaterra, che ha corso 72,96 km.

Nel 2014 hanno partecipato alla manifestazione oltre 35mila persone in tutto il mondo e sono stati raccolti più di 3 milioni di euro per la ricerca.

La corsa italiana partirà da piazza Bra, situata nel centro storico di Verona, attraverserà il ponte Pietra di epoca romana e costeggerà il suggestivo quartiere di Veronetta. Da quel momento il fiume Adige accompagnerà i partecipanti verso i Paesi della provincia, tra cui Bussolengo, Castelnuovo del Garda e Villafranca.

Ci vediamo sulla linea di partenza!