Mese: gennaio 2015

#cityrunners second edition: “fuori la grinta!”

Squadra che vince non si cambia. Ma si arricchisce di nuove leve. È partita la seconda edizione del progetto #cityrunners, la running community di Adidas, che per la sua versione 2.0 ha arruolato una cinquantina di nuovi runner in erba che si sono dati appuntamento, sabato scorso, presso l’headquarter del brand delle tre strisce a Monza. Anche quest’anno l’obiettivo è quello di correre la Milano City Marathon, da soli o in staffetta, ciò che cambia è che durante questa nuova edizione si farà sul serio. Il primo anno è servito per rodare le gomme, addesso c’è da correre duro.

20150124_104527

C’è un fitto programma di allenamento che ci aspetta, ma soprattutto a bordo pista ci aspetta lui, coach Giorgio Rondelli, che già dalle sue prime battute sembra carichissimo: “Qui ci vuole il saio francescano della fatica”, ha detto. “Bisogna credere, obbedire, macinare chilometri e ripetute”. I neofiti sono avvisati!

20150124_110834

E poi ci sono loro, le Utra Boost, le nuovissime scarpe da running firmate Adidas che, come promette il claim, faranno rivoluzione nel mondo della corsa. Presentate il 23 gennaio a New York, le Ultra Boost saranno in vendita in Italia a partire dal 1° marzo, ma i #cityrunners, esseri privilegiati, avranno la possibilità di testarle da subito, in anteprima.

Ma torniamo al kick off 2015: innanzitutto sono stati premiati i #cityrunners più meritevoli dello scorso anno in fatto di performance, attività sui social e fedeltà al brand, ma sono stati anche nominati alcuni ambassador che organizzeranno, nel corso del prossimo quadrimestre, allenamenti collettivi di corsa nelle diverse zone di Milano.

instaquote-24-01-2015-15-11-43_Film

per concludere in bellezza il primo incontro, sapete chi è venuto a trovarci? Sulle note di “Notti magiche” di Gianna Nannini ed Edoardo Bennato, è spuntato a sorpresa la leggenda del calcio italiano, l’ex difesore Beppe Bergomi, che ci ha raccontato della sua passione per la corsa e in particolare dell’importanza di essere parte di una squadra: “Correre da soli – ha detto – é faticoso, quando si trova un gruppo unito é più facile raggiungere grandi risultati”.

E il punto di forza dei #cityrunners è proprio l’unità. I presupposti per una grintosissima stagione di corsa ci sono tutti, non ci resta che allacciare le scarpette e sgambettare alla conquista della città.

Running Agenda: le gare da non perdere in Costa Azzurra

La spiaggia di Nizza
La spiaggia e il mare di Nizza

Diciamolo, tra correre in città e correre al mare c’è una bella differenza. Vuoi mettere quell’aria salmastra che ti riempie i polmoni mentre lo sguardo si perde nell’azzurro, a cercare là dove finisce il mare e inizia il cielo? Il tutto, magari, accompagnato da un bel sole che illumina e riscalda l’anima?

Bene, dopo aver trascorso uno splendido week-end a Nizza, per correre i 10 km della Prom’Classic, ho fatto una piccola ricerca sulle gare della Costa Azzurra in programma nei prossimi mesi.

Ecco la mia mini selezione, da mettere in agenda per il 2015:

–        15 febbraio NICE CARNAVAL RUN: si corre, rigorosamente vestiti in maschera per festeggiare in modo alternativo il Carnevale, la 10 km o la 5 km. È prevista anche la 1 km dedicata ai bambini.

–        22 febbraio LE SEMI DE CANNES: la mezza maratona e la 10 km con partenza e arrivo nei pressi del Palais des Festivals

–        15 marzo SEMI-MARATHON DE HYERES LES PALMIERS: la mezza maratona, ma anche la 10 km e la 5km nei pressi delle splendide “Isole d’Oro”. La novità del 2105 è un percorso di 8 km per gli appassionati di nordic walking.

–        15 marzo MONACO RUN che comprende: la Riviera Classic, la gara di 23,8km che collega Ventimiglia a Monaco; la 10 Km di Montecarlo e la Monaco Walk, una marcia ad andatura libera di circa 5 km.

–        25-26 aprile SEMI-MARATHON INTERNATIONAL DE NICE che comprende, oltre alla mezza maratona, anche una 10 km, una 5 km tutta al femminile, una family run di 2 km e una 2 km solo per bambini.

–        8 novembre MARATHON DES ALPES MARITIMES: la maratona (42,195 km) che parte da Nizza e arriva a Cannes che può essere corsa anche nella formula staffetta 2×21,1 km, oppure sempre in staffetta, ma mettendo su un mini team di 6 corridori.

C’è l’imbarazzo della scelta!

…e voi, dove correrete?

A Verona si corre in nome dell’amore

love-is-not-boastful-ok

Basta fiori, peluches e cioccolatini a forma di cuore, a San Valentino regaliamoci una corsa nella città dell’amore, Verona, che il 15 febbraio ospita l’ottava edizione della Giulietta e Romeo Half Marathon. Tra le bellezze artistiche della città, in un periodo davvero speciale come quello di San Valentino, si corre oltre alla mezza maratona agonistica, la Duo Half Marathon, la “mezza” (non competitive aperta a tutti) da compiere in staffetta con un partner che può essere ad esempio il marito, il fidanzato, l’amante o semplicemente l’amico. Ma anche un’amica.

Il primo frazionista farà 8 km mentre il secondo taglierà il traguardo dopo altri 13 km, nei pressi della famosa Arena.

Le iscrizioni sono ancora aperte online (http://www.giuliettaeromeohalfmarathon.it/it/), anche se non manca molto a raggiungere il tanto auspicato sold-out di 8mila iscritti che confermerebbero la competizione quale seconda mezza maratona in Italia e la prima di tutto il nord.

I team iscritti alla staffetta sono al momento più del doppio rispetto al 2014 quando arrivarono in 473 squadre sulla linea di arrivo in piazza Bra.

Tra gli staffettisti quest’anno correrà anche Gelindo Bordin, medaglia d’oro nella Maratona olimpica di Seul nel 1988.

Prom’Classic, correre d’inverno in Costa Azzurra come fosse primavera

Eh già, non ci sono più le mezze stagioni. Lasci una Milano invernale e dopo sole 3 ore di macchina (ho detto di macchina, non di aereo!) ti ritrovi in piena primavera. A gennaio.

Parti con jeans, Ugg e maglione di lana e ti ritrovi in costume, a mangiare sulla spiaggia a piedi nudi, con gli occhiali da sole e i gabbiani (ho detto gabbiani, non piccioni!) che ti svolazzano sulla testa.

Succede a Nizza, nel secondo week end dell’anno, dove è organizzata la 16esima edizione della Prom’Classic, la 10 km che si corre ogni anno a Nizza, sulla soleggiata Promenade des Anglais. E noi non potevamo mancare. Dico “noi” perchè in questa trasferta “azzurra” non ero da sola, ma accompagnata da un dream team d’eccezione, gli amici Greta, Raffaella e Luca.

Moldiv_1421176337810_Josh

La Prom’Classic è tra le più importanti 10 km di Francia, è la prima corsa dell’anno nel calendario di gare nazionali ed europee ed è diventata un appuntamento da non perdere per gli appassionati della corsa attirando molti partecipanti soprattutto di Paesi vicini, come Italia e Svizzera.

Alla partenza, preceduta da un minuto di silenzio per commemorare le vittime di Charlie Hebdo, c’erano 8.700 atleti divisi in griglie, tra cui una appositamente dedicata alle donne. Sul podio femminile arriva Sophie Duarte (33’06”) e su quello maschile Abdellatif Meftah (29’01”), entrambi francesi.

Moldiv_1421175897582_Josh

La gara, come lo scorso anno, è stata sponsorizzata da Kalenji, brand del colosso francese Decathlon dedicato al running, che per l’occasione ha presentato le sue novità di prodotto targate 2015.

Oltre all’abbigliamento tecnico e agli accessori, per cui Kalenji è già molto conosciuto per il rapporto qualità-prezzo, il brand negli ultimi anni si sta focalizzando sempre di più anche sul settore delle running shoes performanti. In particolare, quest’anno ha lanciato una ricca linea di 7 modelli (4 da strada e 3 per il trail), per un totale di 16 referenze di calzature dedicate all’uomo e alla donna.

Durante la Prom’Classic ho avuto l’occasione di testare le nuove Kalenji Kiprun SD, nella variante fucsia e blu, modello dedicato all’universo femminile. Le ho trovate leggere, ma allo stesso tempo confortevoli (sinceramente più di quanto immaginassi), e dal design accattivante. Insomma, una scarpa sicuramente adatta alle brevi distanze che fa la sua bella figura anche per il tempo libero, sotto un paio di jeans. 

Da questo week end, tutto omelette, baguette e crepes, ho imparato sostanzialmente 3 cose:

–       Nizza è la città in cui mi trasferirei a vivere anche subito

–       Kalenji fa delle scarpe da running oltre ogni aspettativa

–       ….e senza gli amici, niente sarebbe come è. Grazie!

Moldiv_1421176958185_Josh