Mese: marzo 2014

#cityrunners part 5: last call on running track

I #cityrunners in pista con Giorgio Rondelli e Danilo Goffi. Io e Mirko, 2 di 4 dello squadrone per staffettaMI
I #cityrunners in pista con Giorgio Rondelli e Danilo Goffi. Io e Mirko, 2 di 4 dello squadrone per staffettaMI

Per l’ultima running session dei #cityrunners, Adidas ha scelto il mitico campo XXV aprile (punto di ritrovo per numerosi appassionati di jogging e di aspiranti maratoneti milanesi e non) per un allenamento in pista sotto la supervisione di coach Giorgio Rondelli.

La sottoscritta, purtroppo, non ha potuto allenarsi con il gruppo: quando il corpo manda segnali di stop bisogna anche essere capaci di fermarsi (ho detto fermata eh, non sosta!!!). Ma non ho voluto comunque abbandonare i mie compagni di avventura e all’appuntamento presso il vicino Palabadminton (centro polifunzionale dedicato a questo singolare sport nato in India addirittura nel 3.000 a.C.!) non ho potuto rinunciare. Anzi, ho colto l’occasione per socializzare di più con gli altri #cityrunners con cui ormai formiamo una grande famiglia.

Il battesimo della pista per i #cityrunners è stato un successone. Dal bordo del campo di atletica ho potuto scorgere (con non poca invidia) il loro entusiasmo: sgambettare sullo stesso terreno dei grandi campioni li ha elettrizzati e sono andati forte, fortissimo alcuni sono addirittura riusciti a stare al passo di Danilo Goffi, maratoneta guest star invitato da Adidas per svelarci i suoi segreti sportivi. Altri invece si sono cimentati nelle ripetute da 1.000mt (con 200mt di recupero) e altri ancora, in previsione della Stramilano che avrebbero corso il giorno seguente, hanno corricchiato più tranquillamente fuori dal campo lungo gli sterrati di Monte Stella (la Montagnetta di San Siro, per capirci!).

L’appuntamento è stato anche l’occasione per formare e ufficializzare le staffette di #cityrunners che correranno la Milano City Marathon il 6 aprile. Il mio “squadrone” è così composto: Valeria 13,5km, Mirko 10 km, Cristiano 10km e io 8,7km. Per ora le squadre iscritte alla Relay Marathon sono circa 2.238 più 4.148 maratoneti. Una certezza c’è: ci sarà da divertirsi!!!

I #cityrunners vi danno appuntamento il 5 aprile al Marathon Village allestito presso la piazza di Palazzo Lombardia, in via Melchiorre Gioia.

#cityrunners part 4: prima sfida al Trofeo Sempione

Il rito del pettorale
Il rito del pettorale e del chip

É iniziato il countdown. Ormai manca meno di un mese al grande giorno. La Milano City Marathon si avvicina e noi #cityrunners siamo stati chiamati alla prima sgambettata ufficiale per testare la nostra performance sui 10k. Il banco di prova, o meglio la pista di riscaldamento, è stato il Parco Sempione che domenica 9 marzo ha visto correre sul suo famoso sterrato circa un migliaio di podisti, tra cui appunto noi “cuccioli” di Adidas.

Per i più curiosi, la competizione che oggi si chiama Trofeo Sempione é nata nel 1977 con il nome di Passo del Ciovasso (appunto una passeggiata che partiva da via Ciovasso e finiva in via Ciovassino, entrambe strade del quartiere di Brera). Nel 1989 diventò poi quel Trofeo Sempione che oggi é arrivato alla sua 26esima edizione lasciando le vie trafficate della città per trasferirsi in uno dei più suggestivi polmoni verdi nel cuore di Milano.

Moldiv_1394552004948-ok

Ed eccoci qui…appuntamento alla Sala (d’onore) Appiani dell’Arena Civica, il piú antico centro sportivo al mondo ancora in funzione voluto (per noi milanesi) e inaugurato da Napoleone nel 1807, dove ci sono stati assegnati i pettorali e i chip per la rilevazione del tempo nonostante noi gareggiassimo (grazie a Dio!) per la non competitiva. Poi é stato il momento del mental coach Patrizio Pintus che ci ha caricato a dovere in stile Marines americani con tanto di urlo finale di gruppo e poi via di riscaldamento con i coach Stefano e Irene per prendere confidenza con il luogo e attivare la modalità: COMPETITION ON.

Da lì a poco, lo sparo dello start ci ha avvisati che era tempo di muovere le gambette: i top runner davanti e i #cityrunners giusto “qualche” passo più indietro. Nonostante alcune buche e un paio di panchine e tombini da schivare, il percorso é stato piacevole, soprattutto il passaggio davanti al Castello Sforzesco e all’Arco della Pace. Inutile dire che il momento più bello é stata l’entrata finale (e trionfale) all’Arena: 200 mt di pura adrenalina in cui i primi 9.800mt ormai non te li ricordavi già più. Chi prima (intorno ai 41′) chi dopo (intorno all’ora e poco più) tutti noi #cityrunners abbiamo tagliato il traguardo centrando l’obiettivo: conquistare i mitici 10k.

Da adesso in poi la Milano City Marathon ci farà un po’ meno paura…piccoli passi (da giganti) per iniziare a crederci!

Who run the world? #cityrunners!

L'arrivo
L’arrivo